Chia, Su Giudeu e Tuerredda – Sud Sardegna

Chia, Su Giudeu e Tuerredda, le perle del sud Sardegna Chia, l’atmosfera selvaggia e i profumi avvolgenti attraggono immediatamente gli occhi dell’osservatore. Verso la costa sud-ovest della Sardegna, Chia è una piccola grande meraviglia della natura.

Con i suoi 6 chilometri di coste bagnate da un mare cristallino, dai colori che vanno dall’azzurro al verde smeraldo, Chia rappresenta il meglio che la natura incontaminata circostante possa offrire. Le coste si alternano fra promontori alti e rocciosi e litorali bassi e sabbiosi. Ma la bellezza e la maestosità delle dune ondulate dai venti è senza eguali.

La torre

È il simbolo di Chia. Di origine spagnola e risalente al XVII secolo, è visibile da tutte le sue spiagge. Suggestiva la sua apparizione notturna, quando la luce dei riflettori la illuminano rendendone l’immagine ancora più suggestiva. Sorge sul promontorio che custodiva l’acropoli dell’antica città punica di Bithia.

Il faro

È quello di Capo Spartivento. Fu costruito nel 1866, ed è certamente tra i più antichi della Sardegna tuttora in funzione. Si può raggiungere tramite la strada sterrata che parte dalla spiaggia di Baia Chia che ha una lunghezza di circa 4 chilometri. L’edificio, che versava in pessime condizioni, è stato ristrutturato completamente nel 2006. Chia, natura selvaggia e storia che profuma di Sardegna.

Solo 40 minuti di auto separano Chia da Cagliari.

Numerose, e una più bella dell’altra, le spiagge nei dintorni: Su Giudeu, Tuerredda, Colonia, Cala Cipolla.

Dal punto di vista climatico, la zona di Chia si trova nel punto meno piovoso della Sardegna.

Chia

Spiaggia di Tuerredda

Spiaggia di Su Giudeu